Lunedì, 26 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Candela, l'idea del sindaco: 'Duemila euro a chi si trasferisce nel nostro comune'

Il primo cittadino cerca di combattere lo spopolamento con un bonus in denaro

Pubblicato in Cronaca il 23/10/2017 da Redazione

Duemila euro a chiunque voglia trasferirsi a Candela, piccolo paese in provincia di Foggia. È la proposta di Nicola Gatta, sindaco del comune, per risolvere il problema dello spopolamento. Il centro abitato conta 2700 anime e nell’ultimo periodo è sempre più snobbato dai giovani che puntano a trasferirsi in città più grandi e con maggiori opportunità lavorative.

La notizia ha fatto il giro del mondo grazie ad un’intervista che il primo cittadino ha rilasciato alla CNN:  “Voglio riportare la popolazione alle 8 mila unità degli anni Novanta, quando Candela veniva chiamata la ‘Piccola Napoli’ per le sue strade piene di turisti e venditori urlanti”, ha dichiarato il sindaco.

Ecco come funziona il bonus: l’amministrazione darà 800 euro ai single, 1.200 euro alle coppie, dai 1.500 ai 1.800 euro ai nuclei familiari composti da tre membri e 2mila euro alle famiglie di 4 o 5 persone. Altri possibili incentivi economici per i nuovi residenti riguarderanno sgravi sulle bollette, iscrizione agli asili e tassa sui rifiuti.

Per ottenere il bonus sono necessari alcuni requisiti: prendere la residenza, affittare una casa e avere un lavoro con uno stipendio di almeno 7.500 euro l’anno.

L’iniziativa sembra aver attirato l’attenzione di molti, tanto che 6 famiglie dal Nord Italia si sono trasferite a Candela e hanno ottenuto il bonus.