Venerdì, 23 Aprile 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Brindisi, blitz della polizia contro esponenti Scu: 27 arresti, ritrovati pizzini

L'operazione è stata battezzata The Beginners (gli esordienti) per la presenza tra le persone colpite dai provvedimenti di elementi ai quali non è mai stato contestato il reato di associazione mafiosa

Pubblicato in Cronaca il 23/02/2016 da Redazione

La squadra Mobile della questura di Brindisi sta eseguendo 34 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Lecce contro soggetti legati alla criminalità organizzata. Le accuse contestate sono associazione di stampo mafioso, estorsioni, detenzione di armi.

Nelle stesse ore, la polizia sta eseguendo un decreto di sequestro preventivo di beni mobili ed immobili, del valore di svariate centinaia di migliaia di euro. Le indagini della Squadra mobile e della Divisione anticrimine della questura, avviate nel 2013 ed incentrate sul clan della Sacra corona unita “Pasimeni – Vicientino” e sulle sue diramazioni nella città di Brindisi, hanno consentito di ricostruire le attività e gli interessi dell’organizzazione in particolare nel capoluogo, in cui emerge, fa sapere la polizia, “il ruolo di vertice di alcune donne, compagne dei capiclan, che impartivano gli ordini  agli affiliati”.

L'operazione è stata battezzata The Beginners (gli esordienti), proprio per la presenza tra le persone colpite dai provvedimenti di elementi ai quali non è mai stato contestato il reato di associazione mafiosa. Tra i beni sequestrati, una casa estorta alle vittime e una concessionaria di auto, "Carlucci Car".

Al momento gli arresti eseguiti sarebbero 27.

Nelle circostanze di reato al centro dell'operazione The Beginners, anche alcuni incendi di auto. La maggior parte delle persone arrestate sono di Brindisi e Mesagne, e tra questi ultimi figura Tobia Parisi. La polizia ha trovato e sequestrato anche alcuni biglietti con gli ordini per la gestione degli interessi criminosi del gruppo.



loading...