Giovedì, 29 Ottobre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Aro Ba2', sette comuni baresi presentano il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta

Si comincia il primo agosto a Modugno, coinvolti anche i comuni di Binetto, Bitetto, Bitritto, Giovinazzo, Palo del Colle e Sannicandro di Bari

Pubblicato in Cronaca Ambiente il 22/06/2016 da Giuseppe Bellino

Un piano di intervento storico, il primo nel sud Italia, che segna una svolta in termini di raccolta differenziata per sette comuni della provincia barese. Modugno, Binetto, Bitetto, Bitritto, Giovinazzo, Palo del Colle e Sannicandro di Bari hanno costituito l’Aro Ba2 (Ambito di raccolta ottimale Bari 2), un’area che si impegnerà ad effettuare la raccolta differenziata porta a porta e gestirà il centro comunale di raccolta.

Il comune di Modugno sarà il primo a sperimentare la raccolta differenziata porta a porta. Dal 18 giugno scorso fino al 30 luglio i cittadini dovranno ritirare  i kit per la raccolta differenziata nelle tre aree stabilite (Eco-villaggio allestito c/o il Parco Padre Pio in Via Giovanni Verga, Piazza Sedile,  Chiesa di S. Pietro Apostolo, zona Cecilia). Ogni utente riceverà cinque bidoncini (carta, vetro, umido, indifferenziato, oli esausti) insieme ai sacchetti gialli per la raccolta della plastica e quelli viola per la raccolta degli indumenti. I bidoncini e le buste sono dotati di un codice identificativo dell’utente,  con  coperchio di chiusura e con sistemi antirandagismo. I cittadini riceveranno anche una tessera punti con barcode che servirà a conferire rifiuti nel centro raccolta del Comune, un ‘calendaAro’ con le informazioni specifiche dell’organizzazione della raccolta e un’ecoguida a cui fare riferimento per ogni necessità.

La raccolta dei rifiuti verrà eseguita dagli operatori ecologici, che provvederanno a svuotare i bidoncini posizionati fuori dalle abitazioni nelle fasce orarie previste per ciascuna categoria di rifiuto. Per le utenze non domestiche, come ad esempio attività commerciali o  industrie, le modalità di raccolta varieranno in base alle esigenze. Un compito importante verrà svolto dai facilitatori, che si occuperanno della mappatura delle utenze e illustreranno le modalità di espletamento del servizio di raccolta porta a porta.

Dal primo luglio la campagna di comunicazione e la distribuzione del kit sarà avviata anche negli altri comuni coinvolti. La raccolta rifiuti segnerà la scomparsa dei cassonetti stradali. 

“Abbiamo chiuso circa 1800 contratti del genere – ha spiegato Alessandro Hinna, presidente del Consorzio nazionale servizi società cooperativa, che gestirà il progetto – ma è la prima volta che partecipiamo ad una conferenza stampa di presentazione. Questo è un progetto emblematico, dotato di una complessità tecnica ed una responsabilità non banale. Essere vicini all’amministrazione ed a questo tema di innovazione culturale e sociale è un punto di partenza per questo progetto”.

Il progetto Aro Ba2 guiderà i rifiuti attraverso un percorso tracciato, che partirà dalla raccolta sino al trattamento o smaltimento. Il servizio nasce quindi con l’obiettivo di prevenire il degrado ambientale ma è fondamentale anche in tema di risparmio economico, permettendo di diminuire gli oneri per lo smaltimento dei rifiuti.