Giovedì, 25 Febbraio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Adescavano minori su internet per avere rapporti sessuali: 3 arresti e 5 indagati

In manette anche Don Antonio Cataldo, parroco di una chiesa a Costantino di Rivello

Pubblicato in Cronaca il 22/04/2015 da Redazione
I carabinieri della Compagnia di Policoro (Matera) hanno arrestato tre persone, accusate di abusi sessuali su minore. Tra le persone agli arresti domiciliari c’è Don Antonio Cataldo, 48 anni, parroco della chiesa di San Giuseppe nella frazione di Costantino di Rivello (Potenza). I tre si incontravano nei pressi dei lidi di Rotondella e Nova Siri, sulla costa ionica lucana, e avevano dei rapporti sessuali con un 14enne. Le altre due persone arrestate sono due uomini della provincia di Matera, di cui uno esercita la professione di cameraman. Ci sono altre 5 persone indagate, nei cui confronti i militari hanno emesso la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Per tutti gli indagati le accuse sono di adescamento e corruzione di minore, mentre per uno solo è contestato il reato di sfruttamento della prostituzione minorile. Le indagini sono partite nel 2013, dopo la segnalazione della sorella del ragazzino. Gli investigatori hanno ascoltato il 14enne, che con l’aiuto di una psicologa infantile ha confessato di aver avuto dei rapporti sessuali con alcuni uomini. Il vescovo della diocesi Tursi-Lagonegro, monisgnor Francesco Nolè, ha dichiarato di essere “profondamente sorpreso e addolorato” per la notizia. Nolè ha riservato il primo pensiero “alla vittima e alla sua famiglia, riservandomi di incontrarla al più presto per una vicinanza più concreta e solidale”.

loading...