Sabato, 20 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Omicidio Kercher: chiesto l'arresto per Sollecito e Knox in caso di condanna

Il Procuratore generale della Toscana Alessandro Crimi ha chiesto l'applicazione "della misura cautelare" per i due imputati

Pubblicato in Cronaca il 22/01/2014 da Redazione

"Avvocato, che mi succederà?" ha chiesto Raffaele Sollecito a uno dei suoi difensori, l'avvocato Luca Maori, dopo che il pg ha chiesto l'applicazione di una misura cautelare per lui e per Amanda Knox in caso di condanna nell'appello bis per l'omicidio di Meredith Kercher.  Il pugliese non è tranquillo anche se il suo avvocato, sicuro di una assoluzione, l'ha tranquillizzato sulla richiesta definita "ipotetica e non indicativa di una misura cautelare". 

Invece, il procuratore generale Toscana Alessandro Crimi, ''l'applicazione di una misura cautelare'' nei confronti di Amanda Knox e Raffaele Sollecito in caso di condanna per l'omicidio di Meredith Kercher, l'ha chiesta alla Corte d'Appello di Firenze. 

Al termine delle repliche Crini ha fatto mettere a verbale di richiedere ''all'esito di un'eventuale pronuncia di condanna che la Corte accompagni la stessa con l'applicazione di una misura cautelare'' per entrambi gli imputati ''idonea ad assicurare l'esecuzione della sentenza una volta che sia definitiva''. Prima della richiesta il pg ha ricordato che Amanda Knox vive negli Stati Uniti e che Raffaele Sollecito ha compiuto diversi viaggi all'estero.

Una doccia fredda anche per l'americana che al suo avvocato Luciano Ghirga ha rivolto una domanda sibillina: "Come mai adesso?". 

La misura cautelare non è comunque l'unica ipotesi di pena. Ci sono altre possibilità al vaglio della Corte, una di queste potrebbe essere il  divieto d'espatrio, con il ritiro del passaporto. 



loading...