Lunedì, 22 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Taranto, operatori call center pagati 1 euro all'ora. Cigl: 'Intervengano gli organi del lavoro'

La retribuzione prevista a livello nazionale è di 6,51 euro

Pubblicato in Cronaca il 21/05/2016 da Redazione

Operatori di un call center pagati da 1 a 3,60 euro ad ora. Accade a Taranto, dove la Slc Cgil ha denunciato casi di sfruttamento definiti “fuori dalla normativa nazionale e dagli accordi” nonostante “le reiterate denunce e gli esposti inviati agli organi ispettivi del lavoro”.

  Si tratta "di lavoratori - spiega il segretario generale della Slc di Taranto Andrea Lumino - che, rispetto agli accordi nazionali, hanno una tipologia contrattuale esclusa anche dal Jobs Act che prevede un 'periodo di prova' su un contratto a progetto con retribuzione variabile tra 1 euro e 3,60 per ogni ora di lavoro".La retribuzione "prevista a livello nazionale - aggiunge Lumino - è di 6,51 euro. Inoltre questi lavoratori non usufruiscono degli aumenti del contratto e non hanno nessun indennizzo sulla malattia. Lascia basiti scoprire che il committente di questo call center sia H3G che annovera tra i suoi dirigenti il presidente di Asstel, associazione di Confindustria".



loading...