Lunedì, 18 Ottobre 2021 - Ore
Facciamo Notizie

Omicidio Noemi Durini, i risultati dell'autopsia: 'Morte per asfissia da seppellimento'

La giovane era ancora viva quando il suo assassino l'ha ricoperta con delle pietre di un muretto a secco ed è morta dopo una lenta agonia

Pubblicato in Cronaca il 21/02/2018 da Redazione

Noemi Durini è morta "per insufficienza respiratoria acuta conseguente ad asfissia da seppellimento mediante compressione del torace e dell'addome".
Lo scrive il medico legale Roberto Vaglio incaricato dalla Procura per i Minorenni di Lecce della consulenza sulle cause della morte della sedicenne di Specchia. La giovane era ancora viva quando il suo assassino l'ha ricoperta con delle pietre di un muretto a secco ed è morta dopo una lenta agonia. Sul corpo è stato riscontrato anche "un trauma cranico commotivo cagionato dall'azione multipla di corpi contundenti inferti a mani nude e/o pietre ed arma da punta e taglio".
L'ipotesi avanzata è che l'aggressore l'abbia picchiata, poi ferita e ne avrebbe quindi trascinato il corpo privo di coscienza per circa 5 metri per poi seppellirlo. Per l'omicidio di Noemi è in carcere il fidanzato Lucio che si è prima autoaccusato per poi ritrattare accusando un'altra persona.



loading...