Sabato, 25 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

"I pugliesi pagano la corruzione pubblica", lo dice la Corte dei Conti

Al fenomeno sono interessate tutte le pubbliche amministrazioni

Pubblicato in Cronaca il 21/02/2014 da Redazione
"Un aggravio di costi" di cui risentono per primi i cittadini: è quanto, per il procuratore regionale della Corte dei Conti, Francesco Paolo Romanelli, il "fenomeno della corruzione", in particolare negli "appalti" e nei "lavori pubblici", ha prodotto in Puglia nel 2013."Il numero dei reati commessi da dipendenti e amministratori pubblici - ha detto inaugurando l'anno giudiziario 2014 - è sempre elevato e riguarda la concussione, il peculato, la corruzione, soprattutto, l'abuso d'ufficio".
Dunque, come nel resto dell'Italia anche in Puglia il fenomeno della corruzione è presente in tutte le "pubbliche amministrazioni" e i relativi "settori di attività".