Sabato, 7 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Taranto, al via il processo 'Ambiente svenduto': sono 47 gli imputati

L'ex governatore della Puglia Nichi Vendola è accusato di concussione, il sindaco di Taranto Stefàno di abuso d'ufficio

Pubblicato in Cronaca Ambiente il 20/10/2015 da Redazione
È il giorno  del processo ‘Ambiente Svenduto’. L'udienza si svolgerà nell’aula Alessandrini della Corte d’Assise di Taranto. Sono 47 gli imputati fra società e singoli individui, molteplici i reati contestati: associazione a delinquere finalizzata al disastro ambientale, avvelenamento di acqua e sostanze alimentari, omissione di cautele sui luoghi di lavo che avrebbero causato almeno due morti bianche, falsa testimonianza e concussione.
Imputati l’ex governatore della Puglia Nichi Vendola, che dovrà rispondere al reato di concussione per aver condizionato il direttore dell’Arpa Puglia Giorgio Assennato. Il consigliere regionale del Pd, Donato Pentassuglia, dovrà rispondere di favoreggiamento personale mentre il primo cittadino di Taranto, Ippazio Stefàno, è accusato di abuso d’ufficio.
Tra gli ex dirigenti dell’Acciaieria presenti l’ex presidente Bruno Ferrante, il responsabile dei rapporti istituzionali, Girolamo Archinà e l’ex direttore di stabilimento, Luigi Capogrosso.