Sabato, 25 Gennaio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Foggia: spacciavano olio spagnolo per prodotto pugliese, due arresti

L'indagine dei carabinieri è partita da un furto di 75mila litri di prodotto di origine spagnola a Livorno. Il Gps ha incastrato l'azienda vitivinicola

Pubblicato in Cronaca il 20/05/2015 da Redazione
Settantacinque mila litri di olio d’oliva proveniente dalla Spagna e spacciato come pugliese sono stati sequestrati dalla polizia stradale di Foggia e del distaccamento di Cerignola. Dopo il caos Xylella, il prezzo dell’olio pugliese è salito vertiginosamente, toccando anche gli 11 euro a bottiglia. L’olio spagnolo, invece, costa tre volte in meno. Le indagini sono partite dopo la denuncia di un furto, compiuto tra il 17 e il 18 maggio a Livorno, di tre cisterne di olio proveniente dalla Spagna. Il carico però era dotato di un sistema di antifurto satellitare che ha permesso agli agenti di ritrovarlo nella zona di Cerignola. Più precisamente nel piazzale dell’azienda vitivinicola in località Sacarafone. L’olio di una cisterna era già stato imbottigliato per essere venduto come prodotto italiano, mentre le altre due sono state rintracciate nel barese. I carabinieri hanno arrestato Domenico Cavaliere, 28 anni, e Stefano Valentino, 45enne sorpreso a modificare i dati identificativi di una delle tre autocisterne trafugate.