Giovedì, 19 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Giornata in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, Libera ricorderà anche le vittime del Caporalato

Cinque braccianti agricole di Ceglie Messapica, morte tra il 1980 e il 1991, inserite tra le mille vittime delle mafie che saranno ricordate a Brindisi

Pubblicato in Cronaca il 20/03/2019 da Redazione

Ci sono anche i nomi di chi è morto in Puglia a causa del caporalato nell'elenco delle vittime di mafia censite da Libera. Giovedì 21 marzo, in occasione della 24esima Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, la cui tappa pugliese si terrà a Brindisi, saranno letti i nomi di oltre mille vittime delle mafie. Tra questi, per la prima volta, sono state inserite le cinque braccianti agricole di Ceglie Messapica morte tra il 1980 e il 1991, la più giovane aveva 16 anni, che hanno perso la vita in incidenti stradali mentre viaggiavano accalcate le une sulle altre su pulmini che le stavano conducendo nei campi. Una morte identica a quella dei 15 braccianti agricoli di origini africane, deceduti provincia di Foggia la scorsa estate. Anche i loro nomi saranno ricordati. "A Brindisi si attendono circa tremila presenze - spiega Mario Dabbicco, coordinatore di Libera Puglia - e più di mille persone, soprattutto studenti, si sono iscritte ai seminari del pomeriggio".



loading...