Giovedì, 5 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, primario pugliese salva bimba affetta da una rara malattia con un antibiotico: è la prima volta al mondo

Nicola Laforgia, direttore del reparto di Neonatologia del Policlinico: 'La somministrazione di un farmaco antibiotico immunosoppressore ha portato ad una riduzione significativa della massa laterocervicale'

Pubblicato in Cronaca il 20/02/2018 da Redazione

Una neonata affetta da linfangiomatosi è stata salvata grazie alla somministrazione di un farmaco antibiotico. È accaduto a Bari, nel reparto di Neonatologia del Policlinico, grazie ad un’intuizione di Nicola Laforgia, primario del reparto.

È la prima volta che quel tipo di farmaco è stato usato nella terapia contro la linfangiomatosi, malattia rara e di natura congenita. "È una malformazione del sistema linfatico che – spiega il dottor Nicola Laforgia a Repubblica - determina una dilatazione dei vasi e, come nel caso trattato, ci possono essere interferenze con altri organi vitali".

Alla piccola paziente la patologia era stata diagnosticata poco prima della nascita, con un'ecografia alla 36esima settimana di gravidanza. Tuttavia, già nei primissimi giorni dopo la sua nascita, la malformazione si è espansa fino a comprimere le vie aeree. L'inefficacia di un medicinale solitamente utilizzato in casi simili, ha convinto l'équipe di ricercatori a individuare un'altra possibile alternativa.

“L’iniziale terapia medica con propanololo non ha dato una risposta clinica positiva – ha spiegato Laforgia -  pertanto si è passati alla somministrazione di un farmaco antibiotico immunosoppressore, grazie al quale si è osservata una riduzione significativa non solo della massa laterocervicale, ma anche delle altre lesioni’.