Lunedì, 19 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Brindisi, documenti falsi per non pagare l'Iva: sequestrate tre imbarcazioni in viaggio verso la Croazia

I riscontri hanno permesso di accertare che i velieri erano stati acquistati presso un noto cantiere francese da due società croate, in regime di non imponibilità dell’I.V.A., spostando così l’imposizione al momento dell’arrivo del bene nel Paese di destinazione, ossia la Croazia

Pubblicato in Cronaca il 19/04/2019 da Redazione

Tre barche del valore commerciale complessivo superiore ai 300mila euro sono state sottoposte a sequestro dagli agenti della Guardia di Finanza di Brindisi. I reati contestati alle società proprietarie delle imbarcazioni sono contrabbando per non aver versato circa 85mila euro di I.V.A. al momento dell’acquisto, reato aggravato dall’utilizzo di documenti e contrassegni di identificazione falsi.

Le imbarcazioni sono state controllate mentre navigavano verso la Croazia. I riscontri documentali hanno permesso di accertare che i velieri erano stati acquistati presso un noto cantiere francese da due società croate, in regime di non imponibilità dell’I.V.A., spostando così l’imposizione al momento dell’arrivo del bene nel Paese di destinazione, ossia la Croazia.

I tre velieri, però, sono stati “registrati” all’estero e immatricolati nello Stato americano del Delaware in elusione delle norme del Codice doganale europeo che stabilisce i limiti per la circolazione delle merci “extra UE” nel territorio doganale dell’Unione Europea, è stata quindi conclamata anche la falsità della bandiera utilizzata e il Paese di immatricolazione.



loading...