Giovedì, 17 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Nuovo rinvio per i Marò, per l'Italia "misura colma"

Nessuna risposta su applicabilità della legge sulla pirateria

Pubblicato in Cronaca il 18/02/2014 da Redazione
Anche questa volta per i due Marò fermati in India da due anni per aver ucciso due pescatori scambiati per pirati, un nulla di fatto. La Corte Suprema indiana ha deciso oggi di rinviare l'udienza sul processo che li vede imputati a lunedì 24 febbraio alle 14 (le 9,30 in Italia) in attesa di una risposta scritta del governo sull'applicabilità o meno per questo caso della legge per la repressione della pirateria (Sua act).
La questione dell'applicabilità o meno della legge per la repressione della pirateria al caso dei maro' è in mano al ministero della giustizia indiano, ha spiegato il procuratore generale G. E. Vahaanvati. ''Stiamo cercando di venirne fuori - ha detto Vahaanvati - e lunedì avremo una risposta definitiva per questo problema''
Intanto, la Ministra Bonino ha annunciato che "il governo italiano ha disposto l'immediato richiamo a Roma per consultazioni dell'Ambasciatore a New Delhi, Daniele Mancini". Mentre il Ministro della Difesa Mario Mauro ha commentato: "La misura è colma ed ancora più grande è lo sdegno che investe tutta la nazione e che non può non propagarsi all'intera comunità internazionale. Su questo caso non c'è giustizia: siamo di fronte ad un comportamento ambiguo ed inaffidabile delle autorità indiane".