Martedì, 15 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, sviluppo nel trasporto pubblico. Presentato Park&Train

Sarà possibile, con solo 2 euro al giorno, parcheggiare auto e prendere treno per il centro cittadino

Pubblicato in Cronaca il 16/12/2014 da Redazione
Da oggi i cittadini potranno lasciare l’auto nel Polipark di via Solarino (a ridosso del Policlinico) e raggiungere la stazione centrale utilizzando a soli 2€ A/R il treno delle FAL. È questa la ricetta del “Park&Train” presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città dal sindaco di Bari Antonio Decaro, dal presidente della FAL Matteo Colamussi, dall’assessore regionale ai Trasporti Gianni Giannini e dal direttore generale del Policlinico Vitangelo Dattoli.
Ha aperto i lavori il sindaco Decaro: “Da oggi e fino al prossimo 31 gennaio, in via sperimentale e grazie all’accordo con la Regione Puglia e con le FAL, sarà attiva l’offerta Park&Train che con soli due euro al giorno consentirà di lasciare l’auto nel più grande parcheggio custodito del sud Italia (al momento sono 1500 i posti disponibili) e raggiungere il centro in 6 minuti risparmiando tempo, denaro e benzina. Dal Polipark si raggiunge facilmente la stazione delle FAL con una scala mobile e di lì si possono utilizzare i treni in transito: dalle 6,28 di mattina sono 26 le corse in partenza dalla fermata Policlinico fino alle 22,40. Abbiamo voluto iniziare con la sperimentazione nel periodo di Natale per offrire un’opportunità in più a tutti coloro che raggiungono il capoluogo per lo shopping festivo. I dati dei Park&Ride dello scorso fine settimana ci hanno convinto della necessità di partire al più presto. Sabato 13 e domenica 14 dicembre, tra abbonati e non, i biglietti staccati nelle aree di sosta a servizio delle navette A, B e C sono stati rispettivamente 3197 e 2821. L’avvio del secondo Park&Train cittadino - dopo quello di Mungivacca che utilizza i treni delle Sud Est - completa così il piano delle offerte del trasporto pubblico per questo Natale. Consentitemi di ringraziare l’assessore Giannini e il presidente Colamussi per l’accordo che ci ha consentito di dare l’avvio a questo nuovo servizio per la collettività, che ovviamente speriamo di rendere effettivo, se la risposta degli utenti sarà positiva”.
“Con l’avvio del Park&Train dal Polipark,- continua il presidente delle Ferrovie Appulo Lucane Matteo Colamussi - la città di Bari completa l’offerta delle aree di sosta servite dal trasporto pubblico: a sud il parcheggio di Pane e Pomodoro, a nord l’area Ferrovie Bari Nord e ora il Polipark per quanti arrivano dall’area murgiana. Ci aspettiamo una grande risposta a questa sperimentazione, e vogliamo confermare l’impegno dell’azienda per la città di Bari e dell’area metropolitana. D’intesa con la Regione abbiamo aggiudicato i lavori per il raddoppio del tratto Bari scalo - Policlinico: 1100 metri che una volta ultimati consentiranno una frequenza ancora più alta dei treni in servizio”.
Il direttore del Policlinico Vitangelo Dattoli: “L’avvio del Park&Train dal Polipark, già servito dal trasporto su gomma delle navetta circolare E, segna un nuovo punto a favore del sistema urbano integrato della mobilità che negli ultimi 10 anni ha cambiato il volto di Bari e che di fatto testimonia una sensibile attenzione anche al mondo della salute. Nell’area a ridosso del Polipark oltre al Policlinico, che quotidianamente richiama al suo interno circa 17.000 persone, ci sono altre tre strutture sanitarie private: è dunque del tutto evidente che garantire una mobilità sostenibile ed efficiente rende di fatto un servizio all’utenza di questi plessi, risolvendo problemi atavici. Se negli anni ’70 il Policlinico era in un’area semiperiferica della città, oggi il polo ospedaliero barese è nel pieno centro del tessuto urbano, con tutto ciò che significa in termini di traffico, di accessi, e di gestione delle emergenze”.

“Stiamo mettendo a regime la riorganizzazione del trasporto pubblico locale in sede urbana con interventi all’insegna dell’ammodernamento infrastrutturale e della sostenibilità - commenta l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Giannini -. Con il completamento della linea metropolitana del San Paolo, i lavori della metro Bari-Bitritto e il nuovo servizio di Park&Train daremo vita ad un sistema di metropolitane a cielo aperto che ci consentirà di rivedere anche i termini del trasporto su gomma. Anche perché nei prossimi anni dovremo fare i conti con un taglio delle risorse statali che su scala regionale ammonta a 18,5 milioni di euro. Al sindaco della città metropolitana Decaro nei prossimi anni toccherà razionalizzare il sistema trasportistico su scala metropolitana garantendo il diritto alla mobilità dei cittadini, un diritto fondamentale sancito dalla Costituzione. D’altronde nel programma di governo del sindaco di Bari c’è un intero capitolo dedicato all’infrastrutturazione del territorio e al miglioramento del trasporto urbano, e Antonio Decaro ha le competenze e le capacità per affrontare questo compito al meglio”.