Mercoledì, 5 Maggio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Traffico di droga, rapina e detenzione di armi: 15 arresti tra Brindisi e Bologna (VIDEO)

L’indagine, condotta dal marzo all’ottobre 2015, ha consentito di documentare il traffico e la detenzione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacentdestinate allo spaccio in numerosi comuni della provincia di Brindisi

Pubblicato in Cronaca il 16/11/2015 da Redazione

Nelle prime ore della mattinata odierna, in vari comuni del brindisino e a Bologna, i carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana (BR) – coordinati dalla Procura della Repubblica di Brindisi e supportati nella fase esecutiva da personale di tutti i reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi, nonché dei Nuclei cinofili di Modugno (BA) e Potenza – hanno tratto in arresto 15 persone.

Gli arrestati dovranno ora rispondere a vario titolo di concorso in traffico e detenzione illeciti di quantità ingenti di sostanze stupefacenti, porto e detenzione illegali di arma da fuoco, ricettazione, nonché rapina in abitazione.

L’indagine, condotta dal marzo all’ottobre 2015, anche con l’ausilio di intercettazioni ambientali e telefoniche, nonché riprese video, ha consentito di documentare il traffico e la detenzione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti (cocaina, marijuana ed hashish) destinate allo spaccio in numerosi comuni della provincia di Brindisi.

 

Nel corso delle indagini sono state sequestrate varie dosi di sostanze stupefacenti, oltre a strumenti relativi al confezionamento, nascoste in alcuni muretti a secco di varie zone rurali. Il 23 marzo scorso, veniva arrestata Fiorella Caforio, sorpresa mentre deteneva 500 grammi di hashish suddivisi in 5 panetti; il 31 luglio 2015 sono stati arrestati  due indagati, Francesco Trisolini e Patricia Theodora Johanna Van Heel, trovati in possesso di circa 40 kg. di cocaina, suddivisi in 40 panetti, abilmente occultati in un doppio fondo ricavato all’interno della Peugeot 3008 su cui viaggiavano.

L’ultimo arresto risale a settembre, quando i militari fermarono Luigi Calati in possesso di un fucile con matricola abrasa e relativo munizionamento nonché una pressa artigianale per la compattazione della cocaina in panetti.

Altro importante riscontro è stato il sequestro della somma contante di € 402.900 rinvenuta nel corso di una perquisizione, effettuata il 19 agosto 2015, nascosta in un fusto in plastica sotterrato in un pollaio.

L’attività ha anche permesso di accertare le responsabilità di Giancarlo Secondo Rogoli,  Salvatore Morelo e Giuseppe Sollazzo,  in relazione ad una rapina in abitazione ai danni di un giovane. Il delitto, perpetrato nella tarda serata del 20 luglio 2015, era stato organizzato con le modalità di una vera e propria “spedizione punitiva”, per castigare la vittima, percossa  con mazze di legno e rapinata del portafogli, rea di essere “amico” di una delle indagate, Lucrezia Maggi, coinvolta nello spaccio di stupefacenti.

Nel corso dell’esecuzione della misura cautelare è stata arrestata in flagranza una donna (classe 1935) trovata in possesso di una pistola automatica e una mitraglietta occultate nel materasso di una poltrona letto della sua abitazione. 



loading...