Domenica, 7 Marzo 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Sequestro Twiga a Otranto, ci sono due indagati

Si tratta dell'imprenditore Mimmo De Santis e del direttore dei lavori Pierpaolo Cariddi. Le ipotesi di reato contestate riguardano violazioni di norme urbanistiche in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e occupazione del Demanio marittimo

Pubblicato in Cronaca il 16/05/2017 da Redazione

L’imprenditore Mimmo De Santis, rappresentante della società Cerra s.r.l., è indagato nell’ambito dell’indagine sui presunti abusi edilizi durante la costruzione del Twiga Otranto, il lido che sarebbe dovuto diventare il punto di riferimento per i vip in Salento.

Insieme a De Santis c’è anche il direttore dei lavori, Pierpaolo Cariddi, fratello del sindaco di Otranto e candidato come primo cittadino alle prossime elezioni amministrative dell’11 giugno. Secondo la procura di Lecce le ipotesi di reato contestate riguardano violazioni di norme urbanistiche in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e occupazione del Demanio marittimo.

Ieri la Cerra s.r.l., società che si è occupata dei lavori, in una nota ha spiegato di aver sospeso il contratto di licenza del marchio Twiga con la società Billionaire Lifestyle s.a.r.l. di Flavio Briatore. L’imprenditore è completamente estraneo alla vicenda e non possiede nessuna quota della Cerra s.r.l. 



loading...