Giovedì, 19 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, la famiglia della psichiatra uccisa si costituisce parte civile contro la Asl

el processo è coinvolto anche l’ex direttore generale dell’Azienda sanitaria locale, Domenico Colasanto

Pubblicato in Cronaca il 16/03/2016 da Redazione

È cominciata l’udienza preliminare che dovrà accertare le responsabilità di sei persone per la morte di Paola Labriola, psichiatra barese uccisa da un paziente il 4 settembre 2013. I familiari della donna si sono costituiti parte civile mentre la Asl di Bari è stata citata come responsabile civile. Nel processo è coinvolto anche l’ex direttore generale dell’Azienda sanitaria locale, Domenico Colasanto.

 

Paola Labriola fu uccisa da Vincenzo Poliseno, 40enne condannato in primo grado a 30 anni di detenzione. La Procura ha ipotizzato le responsabilità della Asl Bari per la mancanza di misure di sicurezza sul posto di lavoro. 



loading...