Venerdì, 15 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Cisternino, rimandato l'evento 'Pane e Salumi': 'Cordoglio per le vittime della strage di Andria'

L'evento dedicato alla valorizzazione della cultura contadina si terrà lunedì 18 luglio

Pubblicato in Cronaca il 15/07/2016 da Redazione

Le famiglie del Salumificio Santoro, insieme a tutto lo staff delle associazioni “Urbieterre” e “U Panaridde-i tipici Locorotondo”, comunicano che l’evento previsto in data 16 luglio 2016 dal titolo “Pane e Salumi” viene rimandato in segno di lutto per le famiglie delle vittime del disastro ferroviario accaduto sulla linea Andria-Corato.
“È importante per tutti noi partecipare al cordoglio della giornata di sabato- spiegano in una nota gli organizzatori dell’evento -  data prevista per i funerali ed in cui vogliamo stringerci tutti insieme nel dolore, e organizzare una festa, da pugliesi, è una cosa che non ci sentiamo di fare. L’evento viene rimandato a lunedì 18 luglio 2016, giorno in cui il dolore non sarà scomparso, ma da cui vogliamo ripartire perché bisogna andare avanti a lavorare per questa terra. Vi aspettiamo a Cisternino lunedì 18 luglio”.
Protagonisti dell’evento dedicato alla valorizzazione della cultura contadina saranno i presidi Slow Food del Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto dell’azienda Calemone, del Pomodoro Regina di Torre Canne dell’azienda Pantaleo e del Biscotto di Ceglie dell’azienda Allegrinitaly, le Comunità di Terra Madre di Puglia del Senatore Cappelli con il Pastificio Cardone e della produzione Casearia dell’Alto Salento con l’artigiano Lanzillotti; la Masseria il Frantoio, le cantine che rendono famosa nel mondo la nostra Valle d’Itria per i loro vini: Cardone Vini Classici, I Pastini, l’Azienda Agricola Bufano e la cantina Upal, ed infine l’Antico Forno di Porta Piccola di D’Aversa ovviamente abbinati ai salumi dell’azienda Santoro con il presidio Slow Food del Capocollo di Martina Franca, per celebrare al meglio il titolo che alla serata è stato scelto di dare: Pane e Salumi.
Sarà una festa ma servirà soprattutto per puntare i riflettori, con un incontro a più voci, sull’importanza della valorizzazione della cultura rurale e contadina, attraverso il recupero delle tradizioni in chiave moderna e innovativa: il vicepresidente di CIA Puglia Giannicola D’Amico modererà una conversazione su questi temi con il Responsabile regionale dei Presidi Slow Food Marcello Longo, il presidente di Urbieterre ed organizzatore de “La Notte Verde” Giuseppe Losavio e il produttore di Capocollo di Martina Franca presidio Slow Food Giuseppe Santoro, padrone di casa insieme a Piero Caramia.