Sabato, 19 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, docente giustifica il massacro di Orlando: 'Bimbi salvati da molestie sessuali'

L'inaccettabile pensiero di Nicoletta Ciliento, ex insegnante di canto al Conservatorio di Bari, sul suo profilo Facebook

Pubblicato in Cronaca il 15/06/2016 da Redazione
Il palazzo della Provincia illuminato con i colori dell'arcobaleno per solidarietà nei confronti dei 50 morti

“Ai cinquanta gay uccisi e ai 53 feriti negli Usa per un atto di terrorismo: tale atto è sicuramente condannabile, ma io penso anche a quanti bambini si sono salvati da molestie sessuali”.  È la frase shock  postata su Facebook da Nicoletta Ciliento, ex docente del Conservatorio di Bari. Un pensiero inaccettabile, ancor più se espresso da una persona che ha la funzione di educare la generazione del futuro.

 

Il riferimento è alla strage in un locale gay di Orlando andata in scena qualche giorno fa per mano di Omar Mateen, ucciso durante un blitz dei militari.

 

Ciò che traspare dalle parole della docente è l’associazione tra l’omosessualità e la pedofilia. Come si può giustificare una delle stragi più gravi della storia degli Usa soltanto perché ha colpito un locale di omosessuali?

 

Inutile dire che il pensiero (sbagliato) dell’insegnante ha scatenato la protesta sui social network, soprattutto tra coloro che stavano manifestando la loro solidarietà alle vittime di Orlando.  


Il Conservatorio Niccolò Piccinni ha preso le distanze dalle affermazioni omofobe della Ciliento precisando che "la persona in questione non è più docente" nella struttura dal 2011.