Martedì, 1 Dicembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, si fingono carabinieri per uccidere un 33enne pregiudicato agli arresti domiciliari

'Apri la porta, è un controllo', e poi gli sparano a bruciapelo

Pubblicato in Cronaca il 15/01/2018 da Redazione

Un uomo di 33 anni, Fabiano Andolfi, agli arresti domiciliari , è stato ucciso ieri sera con tre colpi di arma da fuoco sparati da una persona con il volto coperto mentre si trovava nella sua abitazione, in via Baracca, 11, nel quartiere Carrassi, a Bari. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che i sicari siano riusciti ad avere l'uomo a tiro utilizzando uno stratagemma. "Apri la porta, è un controllo", avrebbero detto fingendosi carabinieri. 
Nella notte militari dell'Arma hanno eseguito controlli e ascoltato i parenti della vittima. Andolfi era stato arrestato nel 2011 con l'accusa di aver compiuto in poche ore, assieme ad un complice, quattro rapine, tra Bari, Triggiano e Bitonto. Condannato a 8 anni, stava scontando l'ultimo periodo di detenzione ai domiciliari.