Giovedì, 24 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, scoperto dalla Guardia Costiera con 60 chili di cetrioli di mare: multato un pescatore

L'uomo è stato denunciato, i militari hanno rigettato in mare le oloturie

Pubblicato in Cronaca il 14/08/2019 da Redazione


Nel corso delle attività di vigilanza e controllo condotte dagli ispettori del 6° Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima - Guardia Costiera di Bari, volta alla repressione delle attività di pesca di frodo, i militari hanno sequestrato più di 60 chili di oloturie o cetrioli di mare, riconosciuta quale specie marina protetta, per il quale ne è quindi vietata la pesca, la detenzione e lo sbarco.

L’accertamento è stato condotto nella notte durante un’attività di pattugliamento lungo il litorale a sud di Bari, in località San Giorgio, circostanza in cui veniva monitorato un sub che svolgeva attività di pesca subacquea sportiva, con le bombole ed in orari non consentiti, a poche decine di metri dalla costa.

Il controllo, esteso anche al natante di appoggio del pescatore sportivo, ha consentito di rinvenire a bordo un ingente quantitativo della specie protetta “holothuroidea”, sicuramente destinata all’ estero perché ritenuta, soprattutto nei mercati orientali, una specie particolarmente prelibata. Il trasgressore è stato denunciato, in concorso con il complice, all’Autorità Giudiziaria ed inoltre a carico del sub sono state comminate sanzioni amministrative che ammontano a duemila euro. Inoltre, dopo aver sequestrato i cetrioli di mare, i militari hanno provveduto a rigettarli immediatamente in mare, essendo ancora vivi. Sequestrata anche tutta l’attrezzatura subacquea adoperata dal trasgressore.