Martedì, 12 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Andria: picchia la moglie e la costringe a 7 aborti, 53enne allontanato dalla sua abitazione

La donna ha trovato il coraggio di denunciare dopo l'ennesimo ricovero in ospedale

Pubblicato in Cronaca il 13/11/2015 da Redazione

Per anni, alla presenza dei figli minorenni, avrebbe costretto la moglie a subire violenze fisiche, minacce e insulti, ad interrompere per sette volte la gravidanza e a vivere in un clima di terrore e di asservimento.

La polizia ha notificato un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento alla parte offesa ad un uomo di 53 anni.

Dopo l’ennesimo ricovero in ospedale per curare i maltrattamenti subiti, la donna ha trovato il coraggio di denunciare. Le violenze sono durate circa 10 anni: in questo arco di tempo la donna aveva provato a denunciare suo marito, ma era stata costretta a ritirare le segnalazioni con la minaccia di darle fuoco, insieme alle figlie e all’abitazione.

La vittima delle violenze aveva provato a rifugiarsi presso l’abitazione di sua sorella al Nord, ma l’uomo l’aveva raggiunta e costretta a tornare ad Andria. Adesso è indagato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.