Mercoledì, 20 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Non è ora che impicchino i Marò?' Bufera sul segretario del PRC di Rimini

Dopo il tweet su Facebook, Paolo Pantaleoni si scusa. Latorre commenta: 'Lo ripetesse ai nostri figli'

Pubblicato in Cronaca il 12/07/2015 da Redazione

"Lo dicesse ai nostri figli, spero che queste parole siano uscite dalla testa e non dal cuore. Non voglio fare polemica, a tutto c'è una sopportazione. Risponde così Massimiliano Latorre commentando su Facebook la frase del segretario di Rifondazione comunista di Rimini, Paolo Pantaleoni, che proprio su social network ha scritto qualche ora fa: "Ma non è ora che impicchino i due marò?", riferendosi ai fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, accusati da più di tre anni di aver ucciso due pescatori indiani scambiati per pirati e  protagonisti di una vera e propria Odissea giudiziaria internazionale. 

Il post è stato successivamente cancellato, con le scuse di Pantaleoni: "Si trattava di una battuta e mi scuso con quante e quanti l’hanno considerata un’affermazione seria".

Intanto, domani la Corte suprema indiana esaminerà la richiesta italiana in merito al caso dei due Fucilieri di origini pugliesi. L’udienza precede la vigilia della scadenza del permesso concesso allo stesso Latorre.  

Oggi invece a New Delhi, vertice interministeriale per mettere a punto una strategia circa la decisione dell’Italia di investire del caso la Corte Permanente di Arbitrato dell’Aja (Cpa).