Giovedì, 24 Settembre 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Processo Scazzi, Sabrina disperata in aula: 'Non ho ucciso Sarah'

In queste ore si sta svolgendo la requisitoria del sostituto procuratore generale, Antonella Montanaro. Cosima Serrano non è presente in aula

Pubblicato in Cronaca il 12/06/2015 da Redazione
Il processo d’appello per l’omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa e gettata in un pozzo nelle campagne il 26 agosto 2010, è ormai in dirittura d’arrivo.In queste ore si sta svolgendo la requisitoria del sostituto procuratore generale Antonella Montanaro, mentre le arringhe dei delle parti civili e dei difensori dei 9 imputati sono state fissate per i giorni 15, 17, 19 e 24 giugno. Cosima Serrano non si è presentata in aula: ciò deriva dal fatto che la scorta che doveva accompagnarla dal carcere all’aula voleva metterle le manette ai polsi. L’imputata ha quindi rinunciato a presenziare all’udienza. Il presidente della Corte ha poi dichiarato che sono state depositate in cancelleria le osservazioni scritte, con 10 allegati, di tre periti della difesa di Sabrina Misseri su una perizia dei Ros su celle telefoniche. Intanto proprio Sabrina Misseri ha reso dichiarazioni spontanee durante il processo: “Sono molto addolorata che si pensi che abbia ucciso Sarah. Non l’ho uccisa, so io quanto sono addolorata”. Poi è scoppiata in lacrime. Subito dopo è cominciata la requisitoria.