Martedì, 23 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Porto Cesareo: festini a luci rosse in cambio di voti

L'ex vicesindaco Antonio Greco e l'ex assessore Cosimo Presicce sono stati rinviati a giudizio con le accuse di voto di scambio e sfruttamento della prostituzione

Pubblicato in Cronaca il 12/06/2015 da Redazione
Veri e propri festini hard organizzati per raccattare più voti possibili. Protagonista della vicenda due funzionari comunali di Porto Cesareo: l’ex vicesindaco Antonio Greco e l’ex assessore Cosimo Presicce, rinviati a giudizio. I fatti risalgono al 2012, quando si svolsero le elezioni amministrative nel comune leccese. I due avrebbero organizzato delle feste a luci rosse, sfruttando giovani donne di nazionalità rumena e “facendo sì che gli elettori ne fruissero gratuitamente ottenendo la preferenza elettorale”. Proprio Greco ottenneo ben 384 preferenze, risultando il primo degli eletti e conquistando la carica di vicesindaco. I due saranno processati per voto di scambio e sfruttamento della prostituzione.

loading...