Lunedì, 14 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Violenze dopo falso incidente, due in manette a Bari

L'episodio nel quartiere Carrassi a gennaio scorso

Pubblicato in Cronaca il 12/03/2014 da Redazione
Il tranello è sempre lo stesso. Una trappola ormai ricorrente, specie nella città di Bari.
Un falso incidente automobilistico e la richiesta di denaro. Ma spesso i malviventi vanno oltre, punendo il malcapitato di turno con le percosse.
Due persone sono state arrestate dalla polizia nel capoluogo. Si tratta di P.M di 31 anni e di A. L. di 35 (entrambi già noti alle forze dell'ordine) finiti in manette per lesioni gravissime, tentata estorsione e violenza privata in concorso per fatti accaduti nel quartiere Carrassi.
Il 25 gennaio scorso hanno chiesto la somma di 300 euro ai 4 occupanti di una Bmw, colpevoli di aver danneggiato lo specchietto retrovisore della Toyota sulla quale viaggiavano i due arrestati. L'incidente, ovviamente, era falso.
Al rifiuto della consegna del denaro e all'invito di procedere secondo una denuncia assicurativa, i due hanno prima minacciato l'uso di armi e poi aggredito i 4. Uno degli occupanti della Bmw è stato costretto alle cure del pronto soccorso per le gravi ferite ad un occhio a seguito della rottura delle lenti. Un altro passeggero è stato invece colpito con lo specchietto retrovisore.
Le indagini successive del commissariato di Carrassi hanno permesso l'arresto dei due aggressori. Fondamentale è stato l'utilizzo di videocamere presenti dove è avvenuto il fatto, oltre alle intercettazioni telefoniche e alla collaborazione degli aggrediti.