Sabato, 17 Aprile 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

ArcelorMittal, il tribunale la richiesta di proroga di utilizzo dell'Altoforno 2

Significa che scatta il possibile inizio delle operazioni di fermata degli impianti dal 13 dicembre. Anche se c'è un ulteriore spiraglio: fare ricorso al Tribunale del riesame.

Pubblicato in Cronaca il 11/12/2019 da Redazione

Il Tribunale di Taranto ha rigettato la richiesta di proroga presentata dai commissari dell'Ilva in As sull'uso dell'Altoforno 2, sequestrato e dissequestrato più volte nell'inchiesta sulla morte dell'operaio Alessandro Morricella.

Mentre governo e ArcelorMittal tentano di individuare un percorso condivisibile per arrivare a un nuovo accordo sul turnaround dell'ex Ilva, tutti gli stabilimenti dell'ultimo colosso siderurgico italiano, sono fermi per lo sciopero indetto dai sindacati. E la tegola arriva in serata con la decisione del tribunale. Significa che scatta il possibile inizio delle operazioni di fermata degli impianti dal 13 dicembre. Anche se c'è un ulteriore spiraglio: fare ricorso al Tribunale del riesame.

Intanto lo sciopero proclamato da Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm ha ottenuto adesioni che in alcuni casi sono del 100%, con il 90% a Taranto e l'80% a Genova e Novi Ligure. Lo sciopero è iniziato alle 23 di ieri e si concluderà alle 7 di domani. Il messaggio dei sindacati a Governo e ArcelorMittal è sempre lo stesso "no esuberi". Mentre Confindustria Taranto chiede al Governo di prevedere una "No tax Area" per l'area di Taranto.




loading...