Martedì, 23 Luglio 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ilva, Acciaieria1: trovati olio e catrame nel sottosuolo, sette indagati

La procura ha aperto un'inchiesta.

Pubblicato in Cronaca il 11/12/2014 da Redazione
Nel sottosuolo di un'area dell'Acciaieria 1 dell'Ilva di Taranto, dove dovrà sorgere il nuovo impianto di aspirazione, i carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) di Lecce hanno trovato oli, catrame e altre sostanze. La scoperta è stata fatta durante sopralluoghi nelle zone interessate ai lavori previsti dall'Autorizzazione integrata ambientale. Sulla base del rapporto dei carabinieri, la procura ha aperto un'inchiesta.
Era stato il coordinamento provinciale dell'Usb (Unione sindacale di base) a segnalare forti odori di idrocarburi e la presenza di sostanze oleose nel terreno. Sono stati effettuati scavi e campionamenti, anche alla presenza di personale dell'Arpa.
Sarebbero sette le persone iscritte nel registro degli indagati, tra dipendenti dell'Ilva e di una ditta di manutenzione, per l'ipotesi di smaltimento illecito di rifiuti. Sul posto questa mattina si è recato anche il procuratore della Repubblica di Taranto Franco Sebastio. I carabinieri del Noe hanno ascoltato il coordinatore provinciale dell'Usb Francesco Rizzo, che presentò un esposto segnalando la presenza di macchie sospette nel terreno e un forte odore di idrocarburi.

loading...