Domenica, 22 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Assunzioni e voti di scambio: così Azzolini ha affondato la Casa di Cura Divina Provvidenza

Il presidente della Commissione Bilancio prese con la forza il potere dell'Ente. Intanto il Pd voterà a favore dell'arresto, Ncd lo difende

Pubblicato in Cronaca il 11/06/2015 da Redazione
La richiesta per l’arresto del senatore Antonio Azzolini è al vaglio del Parlamento. In queste ore appaiono più chiare le accuse che il Gip di Trani rivolge all’onorevole di Ncd: Azzolini avrebbe infatti assunto il controllo dell’associazione che ha portato al “saccheggio” delle casse dell’ente Casa di Cura della Divina Provvidenza. Il senatore dovrà quindi rispondere di associazione a delinquere e induzione indebita a dare o promettere utilità. Il controllo del presidente della Commissione Bilancio di palazzo Madama inizia nel luglio 2009, quando fece irruzione nella sede dell’Ente e rivolgendosi alle suore, disse: “Da oggi comando io. Se no, vi p… in bocca”. Azzolini ha negato quanto testimoniato da un funzionario: “Mai pronunciate frasi di questo tipo, ci mancherebbe altro”. Da quel momento però, il senatore delega i suoi compiti a tre uomini fidati: Angelo Belsito, Rocco Di Terlizzi e Giuseppe Domenico De Bari. I tre entrano nei meccanismi dell’ente e impongono la propria volontà, gestendo soprattutto le assunzioni: dal 2007 al 2011 avrebbero assicurato circa 260 persone. Secondo i giudici l’ente serviva ad Azzolini ad assicurarsi “un consenso politico-personale”: dietro le assunzioni si nascondeva così uno scambio di voti. Tuttavia le strategie del senatore non sono ancora terminate: il Gip ha richiesto l’arresto perché il presidente della Commissione Bilancio starebbe cercando di affiancare il commissario straordinario nominato dal Mise con due soggetti di “suo gradimento”. Intanto Nuovo Centrodestra ha deciso di difendere ad ogni costo la figura di Azzolini, mentre la fazione Pd si pronuncerà quasi sicuramente favorevole alla richiesta d’arresto.

loading...