Domenica, 18 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Processo rating, il ministro dell'Economia Giancarlo Padoan testimonia al Tribunale di Trani: 'Sorpreso dal declassamento'

Nuova udienza del processo che dovrà chiarire le responsabilità dei colossi del rating Standard&Poor's e Fitch

Pubblicato in Cronaca il 10/12/2015 da Redazione
Foto ANSA

“Il declassamento dell’Italia mi sorprese nel momento in cui il professore Mario Monti stava mettendo in atto misure efficaci per affrontare le situazioni di estrema delicatezza dell’economia italiana”. A dichiaralo è il ministro dell’Economia Giancarlo Padoan, chiamato a testimoniare dalla magistratura di Trani nell’ambito del processo contro i colossi di rating Standard & Poor’s.

“Alla fine del 2012 - ha spiegato Padoan - l’andamento dell’economia Italiana era quello di un’economia che andava in recessione. L’andamento del debito pubblico era in crescita rispetto al Pil, anche perché il Pil scendeva. Ripetendo che le cose andavano male, i giudizi negativi delle agenzie stesse amplificavano la negatività dell’andamento stesso”.

 

Prima dell’arrivo in aula del Ministro, il Palazzo di giustizia è stato bonificato con controlli di artificieri e unità cinofile. All'ingresso in aula sono stati compiuti controlli personali con metal detector. Padoan è stato chiamato a testimoniare per il suo incarico di capo economista dell’Ocse all’epoca dei fatti contestati. 


Il processo chiarirà se i due colossi del rating Standard&Poor's e Fitch, con i loro report, hanno provocato "una destabilizzazione dell’immagine, del prestigio e degli affidamenti creditizi dell’Italia sui mercati finanziari nazionali ed internazionali”, un deprezzamento dei titoli di Stato e un indebolimento dell’euro. Si dovrà accertare se tra il 2011 e il 2012, hanno manipolato il mercato declassando di due gradini il rating del nostro Paese (da A a BBB+).

 

 




loading...