Sabato, 7 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Uccise Don Cassol scambiandolo per cinghiale.Condannato.

Dovrà rispondere di omicidio e omissione di soccorso

Pubblicato in Cronaca il 10/06/2014 da Redazione
Condannato ad un anno e sette mesi di reclusione Giovanni Ardino Converso, 52 anni, di Altamura, reo-confesso dell'omicidio di don Francesco Cassol, il sacerdote 55enne, veneto, di Longarone (Belluno), ucciso per errore il 22 agosto 2010 nelle campagne alla periferia di Altamura. L'imputato rispondeva di omicidio colposo e omissione di soccorso.La difesa un anno fa aveva proposto il patteggiamento a 1 anno e sei mesi di reclusione. Richiesta non condivisa dal pm della Procura di Bari titolare del fascicolo, Manfredi Dini Ciacci, che aveva chiesto una condanna a 3 anni e 6 mesi. E' stata disposta la sospensione condizionale della pena subordinata al pagamento delle provvisionali, pari a 5mila euro, a ciascuna delle parti civili costituite, cinque familiari della vittima e l'Ente Parco dell'Alta Murgia.