Giovedì, 19 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#Stopaltest io ci metto la faccia, ma la ministra: 'Il test non sarà annullato'

Giannini: 'Là dove c'è un reato, perché di questo si tratta, se ne occuperà la magistratura'

Pubblicato in Cronaca Istruzione Sviluppo e Lavoro il 10/04/2014 da Redazione
Mentre giovani e non affollano la rete con i loro "#stopaltest io ci metto la faccia", dal Ministero arriva la notizia che il test di Medicina e Odontoiatria dello scorso 8 aprile su tutto il territorio nazionale "non sarà annullato". Il plico mancante a Bari - per la ministra Giannini - non mette a rischio "le prove degli oltre 63mila ragazzi che possono aspettare sereni la pubblicazione dei risultati martedì 22 aprile. Là dove c'è un reato, perché di questo si tratta, se ne occuperà la magistratura".
Intanto gli investigatori della Digos di Bari continuano i loro approfondimenti. L'ipotesi di reato su cui si lavora è quella di furto finalizzato alla truffa. All'interno di una scatola, infatti, sono stare ritrovate solo 49 delle 50 buste che dovevano essere presenti. Il plico, in più, è anche stato aperto. L'episodio è stato rilevato alle 9.30 dai docenti che facevano parte della commissione. Il rettore dell'Università di Bari Antonio Uricchio ha avvisato il Ministero a Roma che ha parlato di un disguido tecnico. Per quanto accaduto le associazioni chiedono "il sequestro di tutti i compiti inoltrati al Cineca per la correzione e di tutta la documentazione in originale presente ancora presso l'Ateneo. Se i compiti sono usciti da Bari o da un'altra sede è tutto il concorso da annullare. In una graduatoria nazionale quello che succede a Bari si ripercuoterà a catena sulle altre sedi per questo chiediamo già da ora al ministro di sanare le ammissioni di tutti i partecipanti al test consentendo loro di studiare nel prossimo anno accademico. Se un concorso è truccato non possono rimetterci sempre gli studenti".


loading...