Sabato, 8 Agosto 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Uomo picchiato perché omosessuale, Emiliano: 'Regione Puglia al fianco della vittima'

Il governatore pugliese: 'E' importante che il contro l’omotransfobia diventi al più presto legge regionale'

Pubblicato in Cronaca il 10/01/2020 da Redazione

”Chiederemo che venga ammessa la costituzione a parte civile della Regione Puglia nel processo che vede sotto inchiesta 5 persone con l'accusa di avere pestato due volte nella stessa notte un omosessuale fino a quasi ammazzarlo”. È quanto dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.  

“Le indagini avviate dalla Procura di Lecce riguardano tentato omicidio con l'aggravante di avere commesso il fatto agendo con crudeltà, consistita nel percuotere la vittima e discriminarla in ragione del suo orientamento sessuale. Il gravissimo episodio di violenza è avvenuto nella notte del 10 agosto dell'anno scorso, a Santa Cesarea Terme.   Desidero che la vittima - un uomo di 43 anni da quanto si apprende dalla stampa - sappia che la Regione Puglia è al suo fianco e che ho dato mandato all’Avvocatura regionale di avviare l’iter per costituirci parte civile.  Un segno di rifiuto della violenza omotransofobica che non troverà in Puglia nessuna sponda. Come non la troveranno quelli che seminano odio ogni giorno. Abbiamo approvato con la Giunta regionale un disegno di legge contro l’omotransfobia che operi sul piano formativo ed educativo per contrastare pregiudizi e odio. È importante che quel testo diventi al più presto legge regionale”.