Mercoledì, 1 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Calcioscommesse, nuova udienza del processo per il derby Bari-Lecce

Ascoltati alcuni tifosi e parti civili costituite

Pubblicato in Cronaca Sport il 09/07/2014 da Redazione
Nuova udienza, dinanzi al Tribunale Monocratico di Bari presieduto dalla Dott.ssa Valeria Spagnoletti, sulla presunta combine tra la squadra del Bari e quella del Lecce durante la partita del 15 maggio 2011. Nel corso dell’udienza sono state ascoltati alcuni tifosi, parti civili costituite, difesi dagli avv.ti Roberto Loizzo e Dario Barnaba (che difendono anche la Confconsumatori ammessa come parte civile). I tifosi hanno esposto i danni morali che hanno patito a seguito della scoperta della condotta posta in essere dalle due società al fine di alterare la partita ed il relativo campionato di serie A e B. Le parti civili hanno raccontato "l’amarezza ed il profondo senso di smarrimento" provato dopo aver appreso dai giornali che quel Derby, perso malamente per via dell’autorete di Masiello, era in realtà stato falsato. In maniera unanime è stata sottolineata la “ferita” lasciata sull’animo del tifoso, che ha pagato un biglietto per uno spettacolo finto. Dopo la testimonianza dei tifosi, il processo proseguirà il prossimo 15 Luglio con l'ascolto dei testi citati dalla difesa. Saranno sentiti gli ex giocatori del Lecce Giacomazzi e Vives, nonché l’ex allenatore della squadra salentina Luigi De Canio. Nel processo sono imputati con l’accusa di frode sportiva, l’ex presidente del Lecce Calcio, Pierandrea Semeraro, l’imprenditore salentino, Carlo Quarta e, infine, Marcello Di Lorenzo, amico dell’ex calciatore biancorosso Andrea Masiello, escusso come testimone chiave nelle passate udienze.