Mercoledì, 23 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Parcheggi d'oro al concerto di Vasco: Decaro contesta l'operato dell'F.C Bari 1908

Il presidente biancorosso avrebbe subappaltato i parcheggi ad una società milanese senza informare il sindaco

Pubblicato in Cronaca il 09/06/2015 da Redazione
Forte polemica tra il Comune di Bari e l’F.C. Bari 1908 dopo il ‘Vasco Rossi, Live Kom 015’ che ha infiammato i cuori di oltre 60mila fans allo stadio San Nicola. Il pomo della discordia è la questione parcheggio: moltissimi spettatori accorsi per scatenarsi a ritmo di rock hanno denunciato l’esorbitante cifra richiesta per lasciare l’auto negli spazi appositi. 10 euro per le auto e 5 euro per i motocicli. A questo bisogna aggiungere anche la presenza di alcuni parcheggiatori abusivi, che con toni non proprio amichevoli richiedevano qualche spicciolo. Gli spettatori hanno così criticato l’operato del Comune, scatenando l’ira di Antonio Decaro. Il sindaco ha dichiarato di non essere stato informato riguardo le cifre del parcheggio, chiedendo di abbassare le tariffe a 10 euro nel primo anello di sosta sotto lo stadio e a 5 euro in tutti gli altri settori. I parcheggi adiacenti allo stadio sono stati però dati in concessione dal Comune al Bari calcio di Gianluca Paparesta. Proprio l’ex fischietto internazionale però ha subappaltato la gestione al ‘Cipes Group’, una società milanese, pertanto il prezzo del parcheggio è da attribuire a quest’ultima.
Decaro però è venuto a conoscenza di questa operazione solo domenica scorsa, reagendo duramente: il sindaco ha convocato un vertice urgente con il Bari Calcio, la Polizia Municipale e l’Ufficio Traffico e ha contestato l’operato della società biancorossa. “Ora tramite l’Avvocatura comunale capiremo il da farsi. L’F.C. Bari ci deve delle spiegazioni – conclude il sindaco – e subito”. Ora si attende la risposta del presidente Paparesta.