Domenica, 15 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Calcioscommesse, conclusa l'inchiesta: il ct Conte accusato di frode sportiva

Cade invece l'ipotesi di reato di associazione a delinquere

Pubblicato in Cronaca Sport il 09/02/2015 da Redazione
Accusato di frode sportiva il ct della Nazionale Antonio Conte nell’avviso di chiusura delle indagini della Procura di Cremona (procuratore capo Roberto Di Martino) per fatti del periodo in cui Conte era allenatore del Siena. Cade l’associazione a delinquere, ipotesi di reato con cui era stato inizialmente iscritto nel Registro degli indagati.
La Procura di Cremona sta notificando in queste ore l’avviso di chiusura delle indagini, che precede la richiesta di rinvio a giudizio, per 130 indagati tra calciatori, ex giocatori e dirigenti nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. A una ventina di persone è contestata l’associazione a delinquere, tra gli altri, al giocatore della Lazio Stefano Mauri, all’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni , all’ex attaccante della Nazionale Beppe Signori e ai suoi commercialisti Manlio Bruni e Francesco Giannone, (tutti coinvolti in un giro di scommesse con Singapore). Risultano indagati per associazione a delinquere anche Stefano Bettarini, ex calciatore e ora presentatore tv, l’ex giocatore del Modena Alessandro Zamperini e Stefano Colantuono, allenatore dell’Atalanta in relazione alla gara Crotone-Atalanta del 22 aprile 2011 che finì 2-2 con una rete di Doni. Archiviazione invece per Bonucci e Criscito. Il processo dovrebbe cominciare in autunno.