Venerdì, 13 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

L'arcivescovo di Taranto destinerà un monastero per l'accoglienza dei migranti

La decisione è arrivata dopo l'appello di Papa Francesco a ospitare i profughi nelle strutture ecclesiastiche. Anche le diocesi di Lecce e Otranto si stanno mobilitando

Pubblicato in Cronaca il 08/09/2015 da Redazione
L’arcivescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro, destinerà il monastero Gesù Sacerdote delle Carmelitane Scalze all’accoglienza dei migranti. La decisione è stata presa dopo l’appello lanciato da Papa Francesco ad accogliere i profughi provenienti dall’Africa e dalla Siria nelle strutture ecclesiastiche. "Per anni – ha dichiarato l’arcivescovo - questo luogo è stata la dimora di preghiera di monache claustrali che adesso, trasferendosi in un altro luogo, desiderano renderlo disponibile alle esigenze caritative dell'arcidiocesi di Taranto”.
Anche nella diocesi di Lecce si comincia ad organizzare l’accoglienza: un gruppo attivo presso la Caritas è già al lavoro, mentre alcuni sacerdoti hanno messo a disposizione locali in disuso e appartamenti. Alcuni immobili hanno bisogno di manutenzione straordinaria, servirà una ricognizione dei beni a disposizione.
Il 16 e 17 settembre, invece, nel convegno annuale della diocesi di Otranto, si ritroveranno gli 80 parroci guidati da mons. Donato Negro e l’incontro servirà anche a mappare concretamente le disponibilità degli immobili liberi.