Lunedì, 16 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ricci, pescatori e ristoranti pugliesi non rispettano il fermo della pesca: aumentano i controlli sui social

La guardia costiera controlla le fotografie postate dai clienti per risalire alle attività commerciali non in regola

Pubblicato in Cronaca il 08/06/2017 da Redazione

Ricci pescati, serviti e consumati durante il periodo di fermo della pesca. Accade in Puglia, dove gli agenti della Capitaneria di Porto sono al lavoro per beccare gli operatori del settore che non rispettano il blocco biologico. In alcuni casi si tratta di pescatori che vendono i ricci in strada, ma ci sono anche ristoratori che comprano i prodotti e li vendono ai clienti che vogliono a tutti i costi i ricci in tavola.

Intanto aumentano i controlli degli agenti su Facebook: secondo quanto riportato da Repubblica Bari, le fotografie postate dai clienti sul social network sono utili per risalire al ristorante che non rispetta il fermo della pesca. Tuttavia il numero dei ristoranti che trasgrediscono le disposizioni è talmente vasto che risulta impossibile controllarli tutti. 



loading...