Giovedì, 14 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ammazza la compagna davanti alla figlia e poi si uccide, la piccola di 8 anni lancia l'allarme

La vittima di femminicidio era originaria di Canosa ma viveva nella provincia di Roma

Pubblicato in Cronaca il 08/06/2015 da Redazione
La notizia si è appresa oggi ma si è verificata ieri a tarda ora. Si tratta dell'ennesimo femminicidio suicidio che ha coinvolto tragicamente anche la figlia della vittima: una piccola di 8 anni che ha assistito prima alla lite fra i suoi genitori, e poi all'aggressione mortale.
La vittima, Nicoletta Giannarusto, di 47 anni residente a Riofreddo in provincia di Roma ma originaria di Canosa, è stata uccisa dal compagno con un colpo di pistola alla testa dopo che - durante un litigio - aveva minacciato di lasciarlo. L'omicida ha ammazzato la compagna e poi si è sparato alla testa. L'uomo, Samuele Sebastiani, aveva 51 anni e conviveva con la donna da 20.
A chiedere aiuto per prima è stata la figlia dei due, una piccola di 8 anni, che ha chiamato i fratellastri per lanciare l'allarme.