Venerdì, 22 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, investe una donna e non la soccorre. Identificato e arrestato dai Carabinieri

Un carabiniere fuori servizio insospettito dal giovane disteso sulla sella della moto che cercava di coprire la targa

Pubblicato in Cronaca il 07/06/2014 da Redazione
E’ stato identificato, grazie alla preziosa collaborazione di un Carabiniere libero dal servizio, il “pirata della strada” che ieri mattina, senza patente e assicurazione, ha investito una donna che si accingeva ad attraversare la strada, fuggendo via a tutta velocità senza prestarle soccorso. Si tratta di un 24enne barese, già noto alle Forze dell’Ordine, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Bari Centro con l’accusa di omissione di soccorso con fuga a seguito di sinistro stradale con feriti.
In Piazza Luigi di Savoia una impiegata 33enne, originaria di Monopoli, stava andando a lavoro, quando è stata travolta mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. Il “pirata della strada” a bordo di un motociclo di grosse dimensioni di colore nero, incurante di quanto accaduto, si era dato alla fuga pensando di averla fatta franca non sapendo che in via De Giosa, vi era un Carabiniere libero dal servizio che, insospettito guardando il giovane alla guida di una moto in una posizione alquanto insolita, disteso sulla sella cercando di coprire la targa con entrambi i piedi. Il militare è riuscito comunque a leggere il numero di targa segnalando al numero di emergenza “112” quanto accaduto. Identificato il proprietario del mezzo i Carabinieri sono riusciti in poco tempo a rintracciarlo e bloccarlo presso la sua abitazione.
Il motociclo, danneggiato in alcuni punti e già sapientemente nascosto dal 24enne che presentava evidenti abrasioni sulle braccia e sulle gambe compatibili con una caduta dopo l’impatto con la vittima, è stato sottoposto sequestrato. La donna, soccorsa da personale sanitario del locale Policlinico, ha riportato un trauma cranico mentre il 24enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato collocato ai domiciliari.