Giovedì, 25 Febbraio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Altamura: imprenditori e cittadini chiedono maggiore protezione dopo l'ultimo attentato

Ancora gravi le condizioni di uno dei sette ragazzi feriti nella sala giochi

Pubblicato in Cronaca il 07/03/2015 da Redazione
Un momento della fiaccolata organizzata all'indomani dell'attentato
La bomba che ha distrutto una sala giochi di Altamura e ferito gravemente ignari ragazzi, rappresenta un fatto gravissimo, anche perché è esplosa nei pressi di un locale ancora affollato, con l’intento chiaro di fare del male alle persone presenti. Ai titolari della sala giochi, ai ragazzi e alle loro famiglie va la nostra massima solidarietà.
Proprio come le bombe fatte esplodere da terroristi nei mercati o sui bus in medio oriente. Una bomba che, forse, è stata probabilmente utilizzata come strumento preliminare per una successiva richiesta estorsiva. Con quest’attentato il racket organizzato ha voluto compiere una sorta di marketing territoriale, ha voluto mandare un messaggio forte a tutta la città, ai commercianti ed artigiani di Altamura e alle istituzioni locali. Ma questo accade quando la criminalità si può muovere pressoché indisturbata, quando non si sente tanto minacciata dalla presenza della Stato e dalla società civile.
Questo è il segnale più eclatante che testimonia quanto questa Città non sia protetta da una una efficace, coordinata e operativa presenza delle forze dell’ordine, da una attenzione istituzionale sulla sicurezza delle persone e delle imprese, da una rete antiracket organizzata e consapevole.
Le Associazioni Imprenditoriali di Altamura aderenti a Rete Imprese Italia (CNA, Confesercenti, Confcommercio e Confartigianato), nel dichiarare il loro sgomento di fronte a tale atto criminale, rappresentano tutta la loro preoccupazione per l’escalation delinquenziale che, sotto varie forme (attentati esplosivi, rapine, danneggiamenti, minacce, scippi, furti nelle case e negli esercizi commerciali e artigianali, estorsioni, usura, ecc.) stanno piegando la resistenza della comunità altamurana e mettono a dura prova il precario sistema economico che già soffre notevolmente i colpi della crisi.
Le Associazioni Imprenditoriali fanno appello alle istituzioni locali, regionali e nazionali, alle autorità e alle forze dell’ordine affinché alle preoccupazioni della comunità altamurana si diano risposte immediate, efficaci e costanti nel tempo tese ad assicurare alla giustizia gli autori di tali nefandi atti, a debellare tutti i fenomeni criminosi, a ricostruire un tessuto economico e sociale unica condizione per favorire la convivenza civile e lo sviluppo. L'appello infine, è esteso ai cittadini e agli Imprenditori che "ove si sentano minacciati da qualsiasi forma di criminalità o ne siano, purtroppo, oggetto, denuncino tali fatti alle forze dell’ordine ed offrano loro la massima collaborazione".

loading...