Martedì, 22 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

San Nicola, a Bari si rinnova la tradizione

Migliaia di fedeli dall'alba nella città vecchia per onorare il Santo

Pubblicato in Cronaca il 06/12/2014 da Federica Cirillo
Anche questo 6 dicembre la città di Bari si è svegliata all'alba per raggiungere la basilica del Santo Patrono, Nicola. È iniziata alle ore 05,00 la celebrazione eucaristica presieduta dal rettore della basilica e la città vecchia era già gremita. Già dalla sera prima, molti fedeli si sono raccolti in basilica per una lunga notte di preghiera e per non perdere la suggestione della famosa fiaccolata nicolaiana. La "fèsta granne'" è la festa più intima e più sentita, in cui si conferma il fortissimo legame della città con il suo Santo. All'alba, sul sagrato della basilica, hanno sfilato i partecipanti della fiaccolata, giunti nel centro storico con tre diversi cortei, partiti dalla pineta San Francesco, da Parco 2 giugno e dalla parrocchia S. Francesco d'Assisi di Japigia. Altro rito immutabile della tradizione popolare è quello della colonna di San Nicola. Secondo la tradizione, molte fanciulle si affidano al Santo per trovare marito. Inizialmente, l'usanza era quella di far girare le giovani in età da marito intorno alla 'miracolosa colonna' che è conservata nella cripta della Basilica. Usanza poi negata da quando la colonna, per problemi di stabilità, è stata ingabbiata, e al tradizionale 'giro' è subentrata l'abitudine di affidare le proprie richieste al Santo a bigliettini che vengono depositati ai piedi della colonna. Ma ai riti della fede si legano, ovviamente, anche quelli della tradizione gastronomica. Dopo la Messa delle 5, è d'obbligo per i baresi fare colazione con savoiardi gustando una cioccolata calda. E dopo la colazione, via libera a focaccia, sgaggliòzze e popìzze, da acquistare e consumare per le stradine del borgo antico. Per tutta la giornata, in basilica le messe saranno celebrate ogni ora. Alle 17:30 è invece prevista la Solenne Concelebrazione eucaristica presieduta dal Card. João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica. A seguire si terrà la cerimonia di consegna delle chiavi della Città a San Nicola da parte del sindaco Antonio Decaro. Subito dopo partirà la processione con la statua del Santo. Alle 11 a Palazzo di Città si è tenuta la cerimonia di premiazione della XVII Edizione del premio "Nicolino d'Oro 2014", promosso dal Circolo Acli – Dalfino, con il quale vengono premiati cittadini e associazioni. Un Nicolino d’oro alla memoria sarà inoltre dedicato a Flori Mesuti, il giovane albanese ucciso lo scorso 29 agosto nel quartiere Libertà. Il premio dell’edizione 2014 verrà consegnato ad Antonio Nunziante, Prefetto in Bari - sezione Istituzioni, Paolo Comentale - sezione Cultura, Associazione “Libera” - sezione Sociale, Adolfo Grassi - sezione Arte, Domenico Armenise - sezione Ecclesia, Fortunata Dell’Orzo - sezione Giornalismo. La giornata di festeggiamenti si chiuderà con lo spettacolo pirotecnico della ditta Bartolomeo Bruscella di Modugno, offerto da BancApulia, con inizio previsto alle 20.30.