Venerdì, 26 Febbraio 2021 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

San Severo, spari contro le auto della polizia: il Viminale invia nuovi rinforzi

La scena è stata registrata da una telecamera di videosorveglianza presente nell’albergo dove alloggiano i poliziotti

Pubblicato in Cronaca il 06/03/2017 da Redazione

Da questa mattina il dispositivo di controllo del territorio di San Severo sarà rafforzato con l’invio di ulteriori unità di polizia. È quanto assicura il Viminale che ricorda come dopo l’incontro con il sindaco di San Severo il ministro Minniti ha inviato 90 unità delle forze di polizia per esigenze di ordine pubblico e controllo del territorio, e 5 equipaggi dei reparti prevenzione crimine della polizia di stato e delle compagnie di intervento operativo dell'Arma di Carabinieri.

"L'attenzione da parte dello Stato è alta nei confronti di un territorio dove la criminalità organizzata cerca di alzare la testa", si legge in una nota del Viminale. Questura, prefettura e ministero dell'Interno sono impegnati in "un progetto di rafforzamento stabile e permanente della sicurezza sul territorio di San Severo". "Non daremo tregua fino a quando non saranno individuati e assicurati alla giustizia gli autori degli spari indirizzati agli automezzi delle Forze dell'ordine inviati sul posto su disposizione del ministro dell'Interno" conclude il Viminale.

La decisione è arrivata dopo che nella notte tra sabato e domenica un uomo ha esploso alcuni colpi di pistola conto un’auto del reparto prevenzione crimine di Lecce e una del Reparto mobile della polizia. La scena è stata registrata da una telecamera di videosorveglianza presente nell’albergo dove alloggiano i poliziotti inviati dal governo per arginare gli episodi di violenza che si sono verificati nell’ultimo periodo in provincia di Foggia.

 

La Cgil Puglia e il Silp Puglia hanno espresso vicinanza  e solidarietà agli agenti in servizio: “Colpi di arma da fuoco sono stati deliberatamente esplosi contro una volante. Tutto questo mentre la comunità e le istituzioni di San Severo stanno con forza denunciando il livello insostenibile di presenza e azioni criminali che colpiscono operatori economici della città, avviliscono le possibilità di crescita e mettono a rischio la sicurezza dei cittadini. Chiediamo a tutte le istituzioni, al Ministero dell’interno, ai dipartimenti ministeriali, a Prefettura e Questura, di monitorare con attenzione quanto sta accadendo nella cittadina dell’Alto Tavoliere e prendere tutte le misure necessarie per far sentire forte la presenza e la vicinanza dello Stato ai cittadini e a chi opera nelle forze dell’ordine”.

Sull’episodio è intervento anche Francesco Miglio, sindaco di San Severo: “Al Questore Silvis giungano anche pubblicamente i sentimenti di solidarietà dell’Amministrazione Comunale e della Città di San Severo per questo ultimo episodio di inaudita gravità. Assistiamo preoccupati a questa escalation dei fenomeni criminosi nel nostro territorio. Solo martedì scorso siamo stati rassicurati dal Ministro dell’Interno Sen. Marco Minniti a riguardo di azioni che saranno presto intraprese e valutate in un tavolo tecnico. Immediato – giova evidenziare - è stato l’invio di uomini e mezzi del Reparto Prevenzione Crimine che in questi giorni hanno presidiato il territorio, ma la risposta della malavita ci ha lasciato basiti”.

 

Le indagini sull’accaduto saranno coordinate direttamente da Piernicola Silvis, questore di Foggia. 



loading...