Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Il mondiale in piazza', il film breve girato a Bitonto indicato come 'Miglior cortometraggio 2018' dalla rete Festival Fedic

Il regista Vito Palmieri è stato premiato oggi al Forum Fedic nello Spazio Incontri Venice Production Bridge alla 76^ Mostra del Cinema di Venezia

Pubblicato in Cronaca il 05/09/2019 da Redazione

Il cortometraggio "Il Mondiale in Piazza" del regista pugliese Vito Palmieri, indicato Miglior cortometraggio 2018 dalla Rete Festival Fedic. Palmieri è stato premiato oggi al Forum Fedic nello Spazio Incontri Venice Production Bridge alla 76^ Mostra del Cinema di Venezia.

 

"È un onore ricevere questo prestigioso riconoscimento – commenta Vito Palmieri-. Tornare a Venezia a distanza di un anno esatto dall'esordio sugli schermi del mio cortometraggio, rappresenta il coronamento di un percorso intenso e ricco di soddisfazioni. Sono grato a Migrarti, ad Articolture e all'Apulia film Commission per avermi permesso di sviluppare questo progetto e sono felice che il messaggio che ho raccontato sia stato accolto con calore da un pubblico vastissimo".

 

Già vincitore di due premi a settembre 2018 a Venezia nella sezione "MigrArti" e a ottobre 2018 del premio "Dal corto al lungo" nella sezione cortometraggi di "Alice nella città" alla tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, il film breve di Palmieri pone domande importanti sul senso di una comunità più viva e multiculturale che mai, già trasformata e integrata grazie alle seconde generazioni di italiani, che cercano solo conferma della propria legittimità.

 

Interpretato da Malick Sissé, Giulio Beranek, Nicola Giustino e Franco Ferrante, "Il Mondiale in piazza" è stato girato interamente nella città di Bitonto, lavorazione alla quale sono stati impegnate 21 unità lavorative pugliesi. Prodotto da "Articolture" in collaborazione con la Cooperativa Sociale Arca di Noè di Bologna e Fanfara Film di Bitonto, il corto è vincitore del bando "MigrArti", promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con un premio di 25mila euro, e sostenuto dall'Apulia Film Fund della Regione Puglia e Apulia Film Commission con un ulteriore contributo di 25mila euro a valere su risorse del POR Puglia 2014/2020.

 



loading...