Lunedì, 6 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

G7 a Bari, i sindacati al prefetto: 'Chiudere gli uffici pubblici nella zona ad alto rischio'

La richiesta a è stata inoltrata in prefettura dai segretari territoriali di Cgil, Cisl, Uil, Salfi, Flp e Usb di Bari

Pubblicato in Cronaca il 05/05/2017 da Redazione

Uffici pubblici chiusi, nella zona ad alto rischio, in occasione del G7. È la richiesta, inoltrata in prefettura, dai segretari territoriali di Cgil, Cisl, Uil, Salfi, Flp e Usb di Bari. Le sigle sindacali chiedono al prefetto di Bari, Marilisa Magno, di predisporre la chiusura degli uffici pubblici di Bari dall'11 al 13 maggio, per garantire la sicurezza di lavoratori e degli utenti. La richiesta porta in calce le firme di Patrizia Tomaselli, Fp Cgil Puglia, Giuseppe de Palma, Cisl Fp Puglia, Sante Giannoccaro, UilPa Puglia, Michele Natale, Usb Puglia, Vito Lopez, Salfi Flp.

La richiesta riguarda in particolare gli uffici pubblici che rientrano nella cosiddetta 'zona ad alto rischio', nei giorni in cui Bari ospiterà il G7. Ragioni di sicurezza spingono alla chiusura, non solo per eventuali attacchi terroristici ma anche per la presenza di manifestanti violenti, pure previsti in occasione di incontri istituzionali di caratura internazionale come il G7. Non da meno, le sigle sindacali rimarcano le difficoltà logistiche dei lavoratori per raggiungere i loro uffici: l'area sarà sottoposta a numerose limitazione dei traffico e non circoleranno i mezzi pubblici.

Al momento, il prefetto ha lasciato ampia discrezionalità alle singole amministrazioni in merito alla chiusura degli uffici pubblici. I sindacati ritengono invece che, per ragioni di sicurezza e opportunità, tutti gli uffici pubblici vadano chiusi. In caso si opti per una scelta discrezionale, i sindacati richiedono che sia chiara la responsabilità derivante dalla decisione di lasciare aperti gli uffici.