Venerdì, 15 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Processo Kercher bis, il Csm apre una pratica sul giudice Nencini

Per Sollecito le sue dichiarazioni furono abberranti

Pubblicato in Cronaca il 05/02/2014 da Redazione
Il Csm ha aperto una pratica su Alessandro Nencini, il presidente del collegio che ha condannato Amanda Knox e Raffaele Sollecito, per l\'intervista data dal giudice prima del deposito delle motivazioni. La pratica è affidata alla I Commissione, competente sui trasferimenti d\'ufficio per incompatibilità delle toghe. Il giudice ha preferito non rilasciare dichiarazioni. A quanto si è appreso Ciani ha avviato i suoi accertamenti sul magistrato lunedì scorso. Due giorni fa era stato invece il ministro della Giustizia Cancellieri, titolare come il Pg dell’azione disciplinare nei confronti dei magistrati, ad incaricare i suoi ispettori di svolgere un’istruttoria sul caso del giudice Nencini. Entrambe le iniziative potrebbero essere il preludio ad un’eventuale azioni disciplinare nei confronti del magistrato. Con quella del Pg salgono a tre le indagini in corso su Nencini, visto che anche il Csm ha aperto ufficialmente una pratica sul magistrato.
No comment da parte del giudice, mentre il pugliese Raffaele Sollecito in una intervista al settimanale "Oggi" ha definito aberranti le dichiarazioni del giudice "Io mi sarei schierato con Guede quando ha litigato con Meredith per la pulizia in bagno e lo avrei aiutato a pugnalarla. Questo ha sostenuto il Procuratore generale nella requisitoria per giustificare il delitto. E questo ha confermato il presidente della Corte nelle sue aberranti dichiarazioni a commento della sentenza".