Martedì, 23 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Azzollini indagato a Molfetta, il Senato dice 'no' a intercettazioni

Vendola su Twitter: 'stamani al Senato Pd e Lega hanno salvato l'esponente Ncd'

Pubblicato in Cronaca Politica il 04/12/2014 da Redazione
L’Aula di Palazzo Madama ha confermati il "no" alla richiesta dei magistrati di Trani di poter utilizzare le intercettazioni del presidente della commissione Bilancio, Antonio Azzollini (Ncd), coinvolto nell’inchiesta sugli appalti per il porto di Molfetta con 160 sì e 36 no.
Il presidente della commissione Bilancio di Palazzo Madama, sen.Antonio Azzollini (Ncd), è indagato dalla procura di Trani per la presunta maxifrode da 150 milioni di euro legata alla costruzione del nuovo porto di Molfetta (Bari), città in cui Azzollini è stato per molti anni sindaco.
Il parlamentare è ritenuto dalla pubblica accusa il promotore di un’associazione per delinquere costituita per commettere delitti contro il patrimonio, la fede pubblica e la pubblica amministrazione.
L’inchiesta – a quanto si apprende – sarebbe vicina alla conclusione. "Il Senato salva Azzolini non consentendo l’uso delle intercettazioni telefoniche in processo per truffa da 60 milioni alla città di Molfetta. Che farà ora Renzi: azzera il Pd di Palazzo Madama?". Lo scrive su twitter Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà, dopo che, sottolinea Sel, "stamani al Senato Pd e Lega hanno salvato l'esponente Ncd".

loading...