Lunedì, 19 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Taranto, dipendente della Marina morto per mesotelioma pleurico: il ministero dovrà risarcire i familiari

Il tribunale ha stabilito l’inosservanza del ministero agli obblighi di protezione previsti dalla normativa vigente a tutela dei lavoratori

Pubblicato in Cronaca il 04/11/2016 da Redazione

Il ministero della Difesa dovrà risarcire gli eredi di un dipendente dell’Arsenale della Marina Militare di Taranto, morto per mesotelioma pleurico dopo essere stato a contatto con l’amianto fino al 1982. Lo ha deciso il Tribunale di Taranto che ha stabilito l’inosservanza del ministero agli obblighi di protezione previsti dalla normativa vigente a tutela dei lavoratori e dell'omissione delle norme di sicurezza come l'obbligo di fornire ai dipendenti idonei dispositivi di protezione individuale contro il rischio amianto e di verificare costantemente che i lavoratori li adoperassero regolarmente.
I legali degli eredi dell’elettricista hanno dichiarato in una nota che la sentenza “conferma la necessità di una sempre più adeguata personalizzazione del danno che non si arresti di fronte a soluzioni parziali e inappaganti rispetto alla lesione, non di un bene qualsiasi, ma del bene vita, oggetto di un diritto assoluto e inviolabile riconosciuto dalla nostra Costituzione, presupposto delle norme penali che incriminano l'omicidio doloso e colposo".



loading...