Domenica, 25 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Totalmente ciechi, ma erano alla guida delle loro auto. Denunciati fratelli truffa

La Guardia di Finanza ha smascherato due fratelli molfettesi che percepivano la pensione d'invalidità civile e l'indennità di accompagnamento

Pubblicato in Cronaca il 04/11/2013 da C.F.

L'Inps li considerava non vedenti a tutti gli effetti tanto da accordargli la pensione d'invalidità civile e l'indennità di accompagnamento, ma la Guardia di Finanza è riuscita a scoprire la loro truffa. Il video che potete vedere ne è la conferma. I due fratelli cinquantenni di Molfetta, nel barese, nella loro quotidianità leggevano i volantini promozionali, guidavano e parcheggiavano l'auto, accompagnavano i figli a scuola, andavano da soli al supermercato, selezionavano con cura dagli scaffali i prodotti da acquistare, scendevano con disinvoltura le scale della stazione ferroviaria per prendere il treno e attraversavano pericolosi incroci stradali. Insomma, facevano tutto quello che la loro patologia non gli avrebbe mai consentito di fare. Parliamo di una retinopatia che, negli anni, gli ha dato diritto prima ad una invalidità civile parziale e poi totale con accompagnamento.

La Guardia di Finanza che normalmente effettua controlli su questo tipo di pratiche, è dunque riuscita a smascherare i due fratelli che risultavano, uno “cieco assoluto” da 10 anni e l'altro da 6 e che sono stati denunciati. Eseguito nei loro confronti un provvedimento di sequestro per equivalente pari a circa 140mila euro - immobili, terreni e conti correnti bancari - corrispondente all'importo percepito indebitamente. Circa 83mila euro sono stati sequestrati all'uomo che da dieci anni era riuscito a ottenere pensione e accompagnamento, 55mila euro al fratello, a cui sei anni fa era stato diagnosticato estinto il campo visivo.



loading...